MADDALENA CALDERONI

Direttore Artistico
Atelier la Voce dell’Arte

Maddalena Calderoni, dopo il diploma in canto si perfeziona seguendo diversi maestri tra cui Shirley Verrett, Mirella Freni, Fiorenza Cossotto, Simone Alaimo, Luciana D’Intino e Dorothy Dorrow per il repertorio contemporaneo.

Premiata con una Borsa di Studio al Concorso Internazionale “Valentino Bucchi” dedicato al canto del ‘900 è inoltre vincitrice del 3° Concorso Internazionale -Laboratorio per giovani Cantanti Lirici- “Città di Savigliano”. Riceve una menzione al Concorso Internazionale “Montecorvino Opera Festival”.

Si è esibita per molte importanti istituzioni concertistiche e in prestigiosi Teatri italiani tra cui il Teatro Morlacchi di Perugia, Teatro ”La Cavallerizza” di Modena, Teatro Regio di Parma, Teatro “Grande” di Brescia, Teatro “Ponchielli” di Cremona, Teatro “Fraschini” di Pavia e il Teatro Comunale di Como.

All’estero si è esibita in Portogallo, Germania, Spagna, Svizzera, Libano, Korea, Giappone, Stati Uniti, Argentina, Egitto, Kazakistan, Ucraina e Bulgaria.

Ha partecipato a produzioni che l’hanno vista diretta da Maestri prestigiosi: ricordiamo tra gli altri Bruno Bartoletti, Donato Renzetti, Renato Palumbo e registi quali Liliana Cavani, Lamberto Puggelli, Maurizio Schmidt e Stefano Monti.

Debutta al Teatro Regio di Parma nel gennaio 2000 nel “Lohengrin”, all’interno della rassegna “Imparolopera”, nello stesso anno è Mercedes nella produzione di Carmen del circuito Veneto (Padova, Adria , Lonigo) mentre nel ruolo di Carmen debutterà nel 2002; canta ne “Il Barbiere di Siviglia” nella stagione estiva dello stesso anno.

Sempre al Regio di Parma nel Maggio 2003 è Sofia ne “I Lombardi alla prima crociata” accanto a Vincenzo La Scola e Michele Pertusi. Nel Novembre e Dicembre 2003 è impegnata in “Cavalleria rusticana” (Mamma Lucia) nei teatri della Lombardia in una produzione per la Regia di Liliana Cavani.

Nel 2004  partecipa ad una tournee in Argentina eseguendo il Gloria di Vivaldi e ivi si è esibita al Teatro Argentino di La Plata e al Teatro Colon di Buenos Aires. E’ impegnata ne “Il Barbiere di Siviglia” nel Festival estivo di Bene Vagienna. Dal 2005 è molto attiva l’attività concertistica proponendo repertorio operistico ma soprattutto cameristico.

Nel 2007 cambia repertorio passando al registro di soprano drammatico, iniziando così a sperimentare il nuovo repertorio. Tra gli impegni più significativi: Debutta in Cavalleria Rusticana (Santuzza) e in Suor Angelica al Festival Voci sull’acqua a Verbania.

E’ stata in Germania per una serie di concerti con il Menuhin Festival Piano Quartet e in Agosto è stata impegnata in una produzione di Gianni Schicchi (La Ciesca) con l’Orchestra “Bruno Maderna” a Forlì e nel Friedberg Musiksommer Festival in Germania.

Si esibisce in alcuni Galà Lirici cantando tra gli altri con il Basso Simone Alaimo e il Tenore Miroslav Dvorsky ed esegue i “Wesendonk lieder” di R. Wagner con l’Orchestra “Bruno Maderna” diretta da Karl Heinz Steffens in un concerto sinfonico con la partecipazione di alcuni solisti dei “Berliner Philarmoniker”.

Sempre nel  2007 Al Festival “Ruggero Leoncavallo” in Svizzera, canta con il grande tenore Giuseppe Giacomini e torna in Germania per un concerto con l’Orchestra da camera della Radio di Stoccarda.

Nel 2008 prosegue l’attività concertistica debuttando Tosca e Manon Lescaut; debutta inoltre Die Sieben Todsunden di Kurt Weill.

Dal 2009 è nei cast di quattro prime esecuzioni mondiali:

  • 2009 “Jacques” di Marco Emanuele
    Regia di Stefano Monti Direttore d’orchestra Marco Boni
  • 2010 “Gelsomino nel paese dei bugiardi” di Stefano Seghedoni
    Regia di Stefano Monti Direttore d’orchestra Marco Boni
  • 2011 “Airline Icarus” di Brian Current
    Regia di Davide Livermore (Santi Centineo) direttore Brian Current
  • 2012 “Butterfly effect” progetto di Ismael Ivo musiche di Luigi Pizzaleo

Nel 2010 il direttore de la Biennale Danza Ismael Ivo la invita a partecipare alla produzione di “Oxygen”. In questa occasione Maddalena crea due composizioni per voce sola.

Nel 2013 entra nel cantiere lirico del Teatro Goldoni di Livorno dedicato a Cavalleria Rusticana, riscuote inoltre enorme successo in un Gala Verdiano all’Opera House de Il Cairo in Egitto. Tra gli altri ruoli cantati in forma di concerto in Italia ed all’estero sono Tosca, Lady in Macbeth, Aida, Leonora in La Forza del destino, Elisabetta in Don Carlo, Adriana Lecouvreur, Manon Lescaut, Turandot e Isolde in Tristan und Isolde.

Nel 2014 in febbraio è ospite del Teatro Goldoni per un Galà Wagner, debutta Tosca, per la regia di Renato Bonajuto e con la direzione di Stefano Romani al fianco di Giancarlo Monsalve; partecipa, con il tenore Luis Chapa al Galà per l’anniversario dei fratelli Del Monaco a Treviso, sempre sotto la direzione di Stefano Romani con l’orchestra Filarmonia Veneta.

Nel 2015 è in Kazakistan per un Galà Lirico con la Karaganda Synphony Orchestra, in ottobre a Londra per un Galà Cameristico.

Nel 2016 debutta il ruolo di Turandot e prosegue la sua attività concertistica collaborando anche con l’LVIV Philharmonich Symphony Orchestra. Nel Novembre 2016 debutta il ruolo di Elisabetta nel Don Carlo in Bulgaria allo State Opera Varna.

Maddalena Calderoni da alcuni anni si dedica anche alla didattica: ha creato un’Accademia a Verbania e dal 2009 tiene regolarmente master di perfezionamento in Giapponedove si esibisce anche in concerti e tiene lezioni pubbliche per avvicinare il pubblico giapponese al bel canto.

Dal 2005 è direttore artistico dell’Associazione Atelier la Voce dell’Arte. Con l’Associazione, crea due progetti di significativo rilievo internazionale caratterizzati da unicità e innovazione:

Tones on the Stones: Festival di musica teatro e danza che propone produzioni esclusive ambientate nelle cave di marmo e granito del Verbano e dell’Ossola.

Premio Fedora: Concorso Internazionale di Composizione di opere di teatro musicale da camera e di musica per danza collegato ad centro di produzione artistica che valorizza creatività giovanile e linguaggi contemporanei.